Franco Punzi – Autodisciplina

“Io ritengo che la vita di un uomo sia basata sul caso. E, naturalmente, il caso poi lo devi cogliere, lo devi raccogliere. Io ho svolto vari ruoli nella mia vita, non li posso elencare perché perderei molto tempo. Però il ruolo più importante della mia vita è stato quello della formazione. Formare me stesso e formare gli altri. Ho fatto tanti mestieri nella mia vita, dai più umili ai più esaltanti. E ho tentato sempre di non montarmi la testa. Perché quando ci si monta la testa allora uno si sente ubriaco e non controlla sé stesso.

Penso che la disciplina che mi ha seguito (e devo dire che purtroppo ho perso mio padre che avevo 15/16 anni) è stata un’autodisciplina, perché ho subito assunto responsabilità di capo famiglia, ho assunto responsabilità economiche e ho assunto responsabilità anche istituzionali. Però il mio motto è stato: servire gli altri per servire sé stessi. Guardare gli altri per guardare sé stessi, ma soprattutto la mia preoccupazione è stata quella di rappresentare un modello per gli altri, per i giovani. Se noi non rappresentiamo un modello non possiamo dare agli altri qualcosa di noi stessi. E la disciplina è questa: auto-disciplinarsi, perché molte volte non possiamo seguire le impronte degli altri, però – ecco – nella scuola io ho tentato sempre di fare il mio dovere, di studiare, ma di scoprire il mondo. E devo dire che ogni volta, ancora oggi, io esco dal portone di casa, guardo gli altri e mi arricchisco. Il netturbino mi dà qualcosa, perché mi dà l’esempio del lavoro umile, ma dignitoso e decoroso. Il grande personaggio mi dà qualcosa, nel momento in cui lui rappresenta un modello di comportamento. Forse questo oggi sta venendo meno, però io ancora raccolgo quello che di buono abbiamo e nella mia vita è sempre stato un problema per me non aver dato quello che potevo dare, ho dato sempre di meno. Avrei voluto dare di più. E questa è un’angoscia che mi porto avanti negli anni, ma spero ancora di poter recuperare dando agli altri un po’ di esperienza, un po’ anche di studio, e un po’ di vita, che è la vita dell’uomo, che è la vita dell’amore, amore per gli altri e amore per sé stessi.”

Biografia

In qualità di Sindaco di Martina Franca, fu il primo firmatario dell’Atto costitutivo del Centro Artistico Musicale che diede vita al Festival della Valle d’Itria. Dal 1980 è presidente del Centro Artistico Musicale “Paolo Grassi” e del Festival della Valle d’Itria. Dal 2003 è presidente della Fondazione Paolo Grassi di Martina Franca. Fino al 5 febbraio 2014 è stato Presidente Nazionale di Italiafestival, che riunisce all’interno della Associazione Generale Italiana dello Spettacolo (AGIS) i maggiori festival italiani di musica, teatro, danza, cultura e cinema. È stato Vice Presidente Vicario per lo Spettacolo dal vivo dell’AGIS di Puglia e Basilicata e Vice Presidente Vicario della Federmusica – AGIS nazionale. È stato Sindaco di Martina Franca dal 1972 al 1989. Già dirigente delle ACLI, ha rivestito diversi incarichi a livello amministrativo e politico. Convinto europeista, ha ricoperto ruoli di grande prestigio, tra cui quella di Presidente della Sezione Italiana del Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa (A.I.C.C.R.E.), componente dell’intergruppo Enti Locali europeo (Bruxelles), componente della commissione europea nel programma “Solidarietà acqua Paesi terzo mondo”. È stato inoltre Presidente del Consorzio Universitario Jonico, componente del Consiglio di Amministrazione dell’Università degli Studi di Bari, Presidente della sezione di Taranto del Comitato Regionale di Controllo [CO.RE.CO], componente del comitato regionale della Puglia per la programmazione economica. Tra le molte onorificenze ricevute: Medaglia d’oro del Presidente della Repubblica quale benemerito dell’Arte e della Cultura, Commendatore al merito della Repubblica Italiana dal 2000, Commendatore dell’Ordine di San Gregorio Magno, nominato da SS. Santità Giovanni Paolo II in occasione del Giubileo 2000, Accademico Effettivo dell’Accademia Teatina delle Scienze di Chieti. Tra i riconoscimenti ottenuti di recente ricordiamo: il titolo Paul Harris Fellow da parte della Fondazione Rotary International, il titolo Melvin Jones Fellow da parte del Lions Club International, il Sigillo Martiniano conferitogli dalla Basilica di San Martino in occasione delle Celebrazioni Martiniane 2012, il titolo di socio onorario del Lions Martina Host, Rotary Club di Martina Franca e Università dell’Età Libera di Martina Franca. A dicembre 2013 gli è stato conferito il Premio Asterisco da parte dell’omonima Associazione di Martina Franca, riservato a personalità martinesi che hanno saputo rappresentare e rendere omaggiio alla città anche al di fuori dei confini territoriali. Da febbraio 2014 è stato eletto all’unanimità nuovo Presidente della FEDERMUSICA, la federazione che, all’interno dell’Agis, riunisce le associazioni che rappresentano i teatri di tradizione, la lirica ordinaria, i festival, le istituzioni concertistico orchestrali e le bande.

• 1 Settembre 2014

Comments are closed.